Community » Forum » Recensioni

Fiabe e leggende delle Dolomiti
5 1
Ballario, Pina

Fiabe e leggende delle Dolomiti

Firenze ; Milano : Giunti junior, 2014

Abstract: Le atmosfere antiche e magiche della montagna, da leggere e da sognare! Le valli piene di boschi, neve e cieli stellati delle montagne più belle del mondo, nella magica natura delle Dolomiti, che da sempre incanta grandi e piccini per la sua bellezza. Età di lettura: da 4 anni.

37 Visite, 1 Messaggi
Utente 26700
31 posts

C’è tutto quello che piace ed edifica nelle Fiabe e leggende delle Dolomiti: la bellezza della natura, vari sentimenti e comportamenti dei personaggi (alcuni semplici e ingenui, altri severi o crudeli, altri ancora eroicamente disposti al sacrificio); c’è anche lo stile del raccontare ai piccoli miti avvincenti, che spiegano l’origine di un monte, di una valle costellata di fiori, di saporiti frutti spontanei, intrecciando alla trama riflessioni e insegnamenti, che si fissano indelebilmente nella mente e nel cuore.
La disponibilità al sacrificio è il tema dominante dei capitoli La principessa di neve e Il reuccio delle nevi e la principessa Primavera. Nel primo la pesante rinuncia è della giovane Ombretta, che non può mantenersi in vita se si espone ai raggi del sole. Per amor suo la regina madre dispone che in tutto il regno si viva di notte e si dorma di giorno, ma questo intristisce e nuoce gravemente a tutti i sudditi. Ombretta nulla sa della sua origine, come pure ignora il motivo dell’incompatibilità tra la sua buona salute e la prosperità del regno, ma quando carpisce il segreto da una donna anziana, che glielo rivela involontariamente, con prontezza sacrifica la vita per il bene del suo popolo. Si espone ai raggi del sole che, non volendo scioglierla, le suggerisce di nascondersi, per preservare la vita. Ma lei risponde: “E che importa se la spendo per il bene dei miei?”. Allora il sole la trasse nel suo cocchio d’oro, lasciando agli uomini, presso le nevi della Marmolada, il ricordo della giovane in quello che è chiamato ancor oggi il Passo Ombretta.
Ancora più commovente il sacrificio di una mamma, nel mito Il reuccio delle nevi e la principessa Primavera. Il reuccio Nevoso è innamorato della giovane principessa, che vorrebbe ricambiare il suo affetto, ma non può andare ad abitare in un regno di gelo. Vedendo però il figlio così triste per il desiderio inappagato di sposare Primavera, “mamma regina sospirò, poi sorrise (tutte le mamme sospirano quando odono i loro figli parlare così, perché sentono che i loro affetto viene diviso, ma poi sorridono perché ogni mamma è felice della felicità del suo figliuolo ed è pronta a sacrificare il suo amore per quello di lui)”. Per questo decide di partire per un lungo e doloroso viaggio, al termine del quale, sacrificando la propria vita, avrà portato la primavera nel suo regno e la felicità al reuccio.
I cattivi sono protagonisti di altri racconti, come Il gigante Sassolungo, che narra l’origine del monte che porta questo nome, chiamato anche Cinque dita. Il gigante era l’unico disonesto e mendace della sua razza: rubava nei pollai e nei campi, incolpando dei suoi furti volpi, faine ed altri animali. Ma un giorno, per la sua stessa ingenuità (si rovina infatti da sé con una sorta di “excusatio non petita accusatio manifesta”, dimostrando che “anche i malvagi non sempre sono astuti”) viene smascherato. Continua però ostinatamente a dichiararsi innocente, anche quando si vede sprofondare nel terreno, mentre viene trasformato nella rigida roccia di una grande montagna.
Altro cattivo è il larice ambizioso, orgoglioso inflessibile protagonista del racconto omonimo, che per la sua vanagloria, dopo essersi portato sulla cima di una montagna, attira a sé il fulmine che lo incenerisce; mentre due ingenui e saggi bambini sono i personaggi premiati dal re dei boschi (scacciato dai suoi sudditi e dagli uomini), che li premia, perché soltanto da loro è stato accolto e aiutato, donando in abbondanza, da allora e fino ad oggi, dolci more e succulenti mirtilli.
(Gregorio Curto_14-09-2020)

  • «
  • 1
  • »

808 Messaggi in 790 Discussioni di 95 utenti

Attualmente online: Ci sono 26 utenti online