Lissone

Taccuino di letture

Quando
15 May - 07 June 2020
Orario
Tutto il giorno
Categorie
Gruppi di lettura, Libri

La biblioteca è chiusa ma ogni giorno pubblicheremo delle proposte di lettura, ascolto e visione redatte dai nostri bibliotecari.

Che cos'è un gruppo di lettura? Come e quando è nato quello che si riunisce tra gli scaffali della nostra biblioteca? Quali libri,storie, scrittori ha interrogato in un corpo a corpo serrato? Quali difficoltà ha attraversato? E poi, chi sono i gidiellini?

Ogni settimana in questa rubrica cercheremo di tracciare la rotta di una passione condivisa.

Dalla banlieue parigina alla provincia bretone: La camera azzurra

L'atmosfera respirata durante la lettura e la discussione de "La vita davanti a sé" ci ha indotto a sostare sui romanzi di ambientazione francese e sulle molteplici sfumature in cui si declina la passione amorosa. Abbiamo guardato all'opera monumentale di un grande scrittore contemporaneo, noto ai più per la fortunata serie di romanzi che gravitano attorno alla figura del commissario Maigret, pescando però la storia che il critico Mario Fortunato ha definito "...forse uno dei migliori Simenon che si siano letti [...] quasi insopportabile per quanto è bello": La camera azzurra.

Scritto nel 1963 e pubblicato l'anno successivo dalla casa editrice Presses de la Cité, compare in Italia nel 2003 per Adelphi, nella traduzione di Marina Di Leo.

La camera azzurra che dà il titolo al romanzo è il teatro dove si consuma una storia d'amore travolgente, una fosca vicenda di adulterio destinata ad un epilogo drammatico. Tony e Andrée si conoscono sin dai tempi della scuola, lui è mite, insignificante, lei sensuale e disinibita. Entrambi sposati, consumano questo amore clandestino con l'ebbrezza vertiginosa di una passione senza futuro. Almeno così crede Tony. Nell'aula di tribunale dove entrambi si ritroveranno perché accusati di duplice omicidio, Tony sarà costretto a trovare nuovi significati, sinistri e diabolici, a quelle che credeva essere solo le parole di un amore effimero.

Disponibile nel nostro catalogo

https://www.brianzabiblioteche.it/opac/detail/view/bria:catalog:216560

In MLOL è disponibile anche l'audiolibro.

Il romanzo è letto da Claudio Santamaria.

https://www.brianzabiblioteche.it/opac/detail/view/bria:catalog:381080

La citazione

"Ti piacerebbe passare con me il resto della tua vita?". Registrava automaticamente le parole di Andrée senza prestarvi una particolare attenzione. Non più di quanto facesse con le immagini o con gli odori. Come poteva sapere che avrebbe rivissuto quella scena decine e decine di volte? E sempre in uno stato d'animo diverso, da un punto di vista diverso. Per dare linfa alla discussione e avvicinarci al romanzo con sguardo accorto, abbiamo innanzitutto cercato di ricostruire la figura di questo straordinario romanziere

Istantanea di un autore

Georges Simenon

Dopo Balzac è stato certamente il più prolifico autore di lingua francese. Nato a Liegi nel 1903, sin da ragazzo mostra una particolare inclinazione per gli studi. Ha un'intelligenza vivace, legge con voracità e trascorre molto tempo tra le pagine di Dumas, Dickens, Balzac, Stendhal, Conrad e Stevenson. Inizia la sua carriera come giornalista proprio a Liegi. Ha sedici anni e una prodigiosa dimestichezza con la scrittura. Quando in seguito si trasferisce a Parigi conquista una certa notorietà pubblicando, sotto pseudonimo, numerosi romanzi popolari ma approda al vero successo grazie al personaggio del commissario Maigret. Da questo momento in poi, firma tutte le sue opere con il vero nome. Viaggia moltissimo, cambia spesso residenza e ama definirsi un amante insaziabile. Dopo una vita vissuta intensamente, muore a Losanna nel 1989.

Intervista a Georges Simenon nella sua casa di campagna Video

Un ritratto dell'autore a cura di Andrea Camilleri Video

Georges Simenon raccontato da Daria Galateria su Wikiradio