Trovati 58 documenti.

C'era una volta il bosco. Gli alberi raccontano il cambiamento climatico: sarà una pianta a salvarci?
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Favero, Paola - Carniel, Sandro

C'era una volta il bosco. Gli alberi raccontano il cambiamento climatico: sarà una pianta a salvarci?

Hoepli, 28/06/2019

Abstract: Gli alberi e le foreste si sono evoluti in milioni di anni per raggiungere il massimo equilibrio con il territorio che li circonda. Ma qualcosa sta cambiando, e troppo rapidamente perché loro possano adeguarsi. Partendo dal disastro che si è abbattuto sulle montagne del Nord-est il 29 ottobre 2018, prende vita un appassionato racconto sul cambiamento climatico, che vede uniti dallo stesso destino oceani e foreste, drammaticamente travolti da una crisi ambientale e biologica di cui non possiamo prevedere le conseguenze.Un testo coinvolgente e fotografie esclusive ci accompagnano attraverso la complessità degli ecosistemi, il valore della biodiversità, l'urgenza delle questioni ambientali e la consapevolezza di come sia cambiato anche culturalmente il rapporto tra l'uomo e il bosco. Un libro essenziale per riuscire a cogliere il messaggio che i boschi stanno mandando e per recuperare l'incanto che la vita degli alberi sa generare.

La bibbia dell'infobusiness. 22 comandamenti per creare un business online
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cosentino, Mik

La bibbia dell'infobusiness. 22 comandamenti per creare un business online

Mondadori Electa, 25/06/2019

Abstract: Non importa qual è il tuo punto di partenza, se hai una passione, un mestiere, un talento e un'idea puoi ottenere la libertà finanziaria e dire addio alla crisi per sempre. La bibbia dell'infobusiness ti aiuterà a trovare la tua strada grazie al mondo dell'internet marketing e dell'infobusiness, proprio come ha fatto il suo autore. Sei disoccupato? Questo libro ti darà i giusti consigli per risollevarti e diventare il capo di te stesso. Sei un lavoratore dipendente? Questo libro ti illustrerà come crearti un'ulteriore fonte di reddito per poter guadagnare di più senza aggiungere altro lavoro a quello che già fai. Sei un professionista? Questo libro ti spiegherà come lanciare la tua professione online e diventare presto il leader del tuo settore. Sei un imprenditore? Questo libro ti dirà come far crescere esponenzialmente la tua azienda, in tempi strettissimi, sfruttando come leva il denaro che otterrai dal mondo dell'infobusiness. Uniche parole d'ordine: sognare in grande e studiare per dotarsi di competenze ed esperienze, perché non c'è risultato senza fatica.

Errata corrige. 18 casi di investimenti immobiliari: gli errori che si potevano evitare
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gatti, Giuseppe

Errata corrige. 18 casi di investimenti immobiliari: gli errori che si potevano evitare

Mondadori Electa, 25/06/2019

Abstract: "Ho concluso un affare in perdita perché ho ridistribuito male gli spazi". Non ho comprato l'appartamento perché era una donazione". "Ho perso tanti soldi perché ho venduto tardi e a un prezzo più basso del previsto". "Discuto con la mia famiglia perché non vogliono che investa sugli immobili". "Non riesco a lavorare bene con il mio agente immobiliare" Il mondo degli investimenti immobiliari è pieno di insidie anche per chi ha un occhio esperto. Per questa ragione Giuseppe Gatti - investitore immobiliare da oltre vent'anni - è partito da episodi reali di fallimenti e passi falsi e ha ricavato le soluzioni adatte a ogni problematica. L'inesperienza, la fretta, la presunzione o l'imprudenza sono i fattori dell'insuccesso che in questo libro vengono analizzati in modo da evitarli, suggerendo allo stesso tempo la soluzione giusta per gli errori più comuni.

La vita a rate. Il grande inganno della modernità: soldi in prestito in cambio dei diritti
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Paragone, Gianluigi

La vita a rate. Il grande inganno della modernità: soldi in prestito in cambio dei diritti

Piemme, 25/06/2019

Abstract: NULLA È GRATIS, ANZI IL PREZZO CHE STIAMO PAGANDO È TROPPO ALTO PER POTERLO RISCATTARE DA SOLI. Gianluigi Paragone, con il suo solito stile provocatorio, ci impone una riflessione sul più grande inganno della modernità: soldi in prestito in cambio dei diritti La casa e la macchina, sicuramente. E il televisore o il frigorifero? E le vacanze? Anche quelli li stai pagando a rate? Nella frenesia dei tempi moderni nessuno più si domanda o si rende conto di quanti prestiti, piccoli o grandi, stiamo cumulando. Forse anche il telefonino lo abbiamo preso a rate cedendo all'offerta della compagnia telefonica. Già, la nostra vita sta diventando sempre più una vita a rate, una vita in prestito. Ma l'affare chi lo sta facendo? Ci sono famiglie che hanno impegnato più di quello avrebbero potuto: persino le cure sanitarie si cominciano a pagare a rate. Perché? È tutto casuale, segno appunto dei tempi moderni - come piace dire a qualcuno - oppure è una tentazione in atto da decenni, attraverso una sapiente operazione di marketing, per sostituire i tuoi diritti (il lavoro, la giusta retribuzione, la privacy...) con loro concessioni? Il mondo della finanza, con i suoi prodotti sempre più sofisticati ci sta spingendo a un progressivo indebitamento per poi accusarci proprio di non potercelo mantenere. E allora, quando non ce la fai più, ecco il patatrac: sei disposto ad accettare qualsiasi umiliazione dei tuoi diritti pur di non saltare. Vale per le famiglie, per le imprese, per i commercianti. E persino per lo Stato.

Conquistati dalla Luna. Storia di un'attrazione senza tempo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Caraveo, Patrizia

Conquistati dalla Luna. Storia di un'attrazione senza tempo

Raffaello Cortina Editore, 14/06/2019

Abstract: La Luna è il corpo celeste più vicino a noi e la sua "attrazione", oltre a muovere le grandi masse d'acqua del nostro pianeta, cattura da sempre l'immaginario collettivo. Come resistere al richiamo ancestrale di un'eclissi di Sole? In pieno giorno, il disco della piccola Luna oscura per pochi minuti quello dell'immenso Sole. Accade solo sulla Terra, e questo ci rende unici nel sistema solare.La Luna affascina da sempre gli abitanti della Terra, che l'hanno visitata prima con l'immaginazione, poi con gli strumenti della tecnologia. I racconti di Jules Verne e le immagini di Georges Méliès ci hanno fatto sognare. La corsa allo spazio ci ha coinvolto e la conquista della Luna, avvenuta cinquant'anni fa, ci ha arricchito di conoscenza e di consapevolezza. Dalla Luna abbiamo visto, per la prima volta, la nostra Terra e ne abbiamo percepito la bellezza e la fragilità. Adesso sulla Luna vogliamo tornare per creare una comunità permanente. Ci sono già imprenditori pronti a sfruttare le sue risorse minerarie o ad aprire i suoi "mari" al turismo spaziale. Bisognerà farlo con grande cautela, per non compromettere la splendida desolazione descritta dagli astronauti.

Aiutateci a casa nostra. Perché l'Italia ha bisogno degli immigrati
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Coniglio, Nicola Daniele

Aiutateci a casa nostra. Perché l'Italia ha bisogno degli immigrati

Laterza, 20/06/2019

Abstract: È vero che gli immigrati ci rubano il lavoro e abbassano i salari? Che abusano del nostro welfare? Che rallentano lo sviluppo? L'autore risponde a queste domande per spiegare come i migranti influiscono sulla nostra economia. E ne pone delle altre forse ancora più rilevanti per il nostro immediato futuro: perché senza immigrati il nostro sistema di welfare andrebbe a picco? Come possiamo attirare migranti con qualifiche elevate e perché farlo è fondamentale per l'innovazione? Perché 'aiutarli a casa loro' è come lasciare 50 euro sul marciapiede per evitare lo sforzo di raccoglierli? Perché investire sull'integrazione dei nuovi arrivati è vitale per l'economia italiana?

Cronaca di un crollo annunciato. Genova 14 agosto 2018
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Manzitti, Franco

Cronaca di un crollo annunciato. Genova 14 agosto 2018

Piemme, 18/06/2019

Abstract: Genova, 14 agosto 2018 "Potevo esserci anch'io". Quanti di noi si sono fatti sgomenti questa domanda dopo le 11.36 del 14 agosto 2018? Il Ponte Morandi non era solo "il ponte levatoio" di Genova, ma l'accesso alla riviera, alle vacanze, agli affari del porto e della zona industriale. Per questo la tragedia poteva essere ancora più immane. Se non fosse stata la vigilia di Ferragosto, se avesse fatto bel tempo, se il Ponte fosse crollato sopra i condomini con oltre 700 personeSu quell'asfalto percorso da un traffico superiore alle sue forze, che si è sbriciolato in una valle piena di lacrime, quel 14 agosto la città è cambiata per sempre. Si è spaccata in due come quel gigante di cemento armato, con un dolore impossibile da cancellare. Eppure, in quello stesso momento un popolo intero si è ritrovato nella voglia di combattere e ricostruire.Nessuno può raccontare quel dramma meglio di un genovese, uno che quelle strade le ha vissute, respirate - e poi studiate per lavoro -, sin dal 1989. Da quando un assessore della giunta comunale, di ritorno da Roma, gli confida: "Quel Ponte non ce la fa più, è a rischio crollo". Nello stesso anno, l'ingegner Riccardo Morandi, preoccupato più di tutti per la propria opera, ripeteva come un mantra ai suoi collaboratori: "Controllate quel Ponte, verificate il cemento". Come si tiene d'occhio un figlio che prende una cattiva strada.Con animo da cronista, grazie anche alle testimonianze dirette dei protagonisti, Franco Manzitti entra negli angoli più nascosti. E svela tutto quello che è davvero successo. Prima e dopo. Lì dove permane quel tonfo sordo e indimenticabile, che ha rimbombato per giorni in tutto il mondo.

Il suo nome è Fausto Coppi
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Crosetti, Maurizio

Il suo nome è Fausto Coppi

Einaudi, 04/06/2019

Abstract: A cento anni dalla nascita, i trionfi, le sconfitte, gli amori, le tragedie di Fausto Coppi raccontati con la voce dei personaggi che gli sono stati vicini: dai famigliari ai fedeli gregari, dalla dama bianca all'amico-rivale Bartali. A ognuno di loro Maurizio Crosetti affida un pezzo di storia, e attraverso di loro affresca l'avventura sportiva e umana di un'anima inquieta che ha incarnato l'essenza stessa di un'Italia fiaccata dalla guerra ma in cerca di nuovo entusiasmo. Una società in vorticoso cambiamento, con le sue ipocrisie e le sue nobiltà, sfila in bianco e nero accanto alla leggendaria bicicletta dell'Airone, del Campionissimo. Che avrà, infine, l'ultima parola."Vicino alla mia bicicletta passano il verdegiallo dei prati e delle rocce. E sopra, il cielo azzurro: correre è come attraversare un dipinto. I compagni vanno in cerca delle fontane di pietra per catturare l'acqua nelle borracce, poi la corsa precipita e non c'è piú tempo nemmeno per bere. Guizzano trote d'argento nei torrenti, ma tanto chi le vede. Sulla punta delle montagne la gente è un pizzo, un merletto".

La biblioteca che cresce. Contenuti e servizi tra frammentazione e integrazione. Atti del Convegno (Milano, 14-15 marzo 2019)
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

AA., VV.

La biblioteca che cresce. Contenuti e servizi tra frammentazione e integrazione. Atti del Convegno (Milano, 14-15 marzo 2019)

Editrice Bibliografica, 18/03/2019

Abstract: Il volume, diviso per sessioni, contiene tutte le relazioni dei relatori che hanno apportato il loro contributo al Convegno Stelline 2019, in entrambe le giornate di giovedì 14 e venerdì 15 marzo.

Il figlio del boss. Una storia vera
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mauri, Pasquale - Durante, Graziella - Durante, Graziella

Il figlio del boss. Una storia vera

Cairo editore, 07/02/2019

Abstract: 28 dicembre 2004: Vincenzo Mauri viene freddato mentre gioca a carte al bar sotto casa. Così "Vincenzo Settevite", il boss di Sant'Anastasia, vicino Napoli, uomo d'onore e di rispetto, coraggioso e temuto, uno che le pallottole le aveva schivate ed era sempre sopravvissuto, va incontro al proprio destino.Il racconto del figlio Pasquale comincia proprio dal giorno dell'omicidio quando, avvertito da una telefonata, si precipita sul luogo dell'agguato.Pasquale ha una moglie e un bambino di pochi mesi, e in paese tutti lo conoscono come "il figlio del boss". La sua vita è segnata ma lui, dell'eredità paterna, non sa che farsene. Pasquale, infatti, ha deciso di sottrarsi al ruolo che la famiglia gli ha riservato. Non gli interessano né gli affari del padre – che vanno dal traffico di stupefacenti all'usura, dal giro delle slot machine agli appalti edili – né la vendetta. L'unica cosa che desidera è trovare la madre che non sta "in cielo con l'arcangelo Gabriele" come gli aveva raccontato la nonna da piccolo, ma è stata allontanata quando era solo un neonato.Pasquale ripercorre così la sua infanzia solitaria e blindata a Sant'Anastasia, riscaldata solo dalle cure della nonna che lo cresce in un clima protetto e ovattato. Racconta il rapporto tormentato con il padre e il disperato bisogno di incontrare la madre.Una confessione sincera che è soprattutto la ribellione di un uomo a una sorte già scritta.

Crimini d'amore. Il confine tra lecito e illecito nei sentimenti
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Missaglia, Daniela

Crimini d'amore. Il confine tra lecito e illecito nei sentimenti

Cairo editore, 14/03/2019

Abstract: In una società che si evolve in fretta, anche gli affetti e l'idea stessa di famiglia sono cambiati. Come sono cambiate le regole della convivenza e le aspettative che le persone riversano sulla controparte sentimentale. E Daniela Missaglia, avvocato matrimonialista che ha seguito migliaia di cause di separazione, è stata spesso testimone di questo mutamento che coinvolge sia la sfera personale sia quella sociale. In decenni di lavoro ha parlato con centinaia di donne, talvolta sottoposte a molestie senza che nemmeno ne avessero la consapevolezza o trovassero il coraggio di parlarne, ha assorbito i loro dolori, si è fatta carico della responsabilità di trovare soluzioni per restituirle a una vita migliore. E, proprio per dare voce alla sofferenza e alla paura che si annidano nel silenzio di alcune relazioni, ha deciso di narrare queste storie di amore malato, di misfatti e crimini, che si compiono quotidianamente, spesso tra le mura domestiche. Storie vere per sostituire i dati astratti che leggiamo sui giornali con i nomi e i volti delle persone che ci vivono accanto e tratteggiare la realtà nelle quali proliferano questi odiosi fenomeni. Perché, sostiene l'avvocato Missaglia, nel gioco delle coppie, a volte, ci si racconta piccole bugie per non uscire perdenti dall'esame con la nostra coscienza che la vita ci impone. Così, purtroppo, i segnali di un rapporto malato sono spesso evidenti a tutti, tranne che ai protagonisti, tanto è labile nei rapporti sentimentali il confine tra ciò che è lecito e ciò che non lo è, tra l'amore e il "malamore".

La Repubblica inquieta. L'Italia della Costituzione. 1946-1948
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

De Luna, Giovanni

La Repubblica inquieta. L'Italia della Costituzione. 1946-1948

Feltrinelli Editore, 21/03/2019

Abstract: Il grande racconto dei primi tre anni della Repubblica, della nascita della Costituzione e dell'impossibilità di costruire la comunità ideale che aveva ispirato la Resistenza. La storia dell'Italia repubblicana comincia nel caos. La fine della guerra ha lasciato dietro di sé un paese logorato e diviso, ma soprattutto ha fatto emergere le fratture di lungo periodo che il fascismo aveva oscurato a colpi di propaganda e di retorica nazionalista. Nel 1945 il paese è costretto a fare i conti con le profonde differenze che lo attraversano da nord a sud. Per dipanare la complessità di questo periodo decisivo, De Luna costruisce una narrazione corale, fino ai grandi scenari della politica. E ci costringe a riflettere sulla nostra identità e sul nostro passato, spingendoci a fare i conti con uno dei capitoli più difficili della nostra storia nazionale.

Scalare il mondo. Passioni, imprese ed emozioni del ragazzo che sfidava l'impossibile
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bonatti, Walter

Scalare il mondo. Passioni, imprese ed emozioni del ragazzo che sfidava l'impossibile

Solferino, 21/03/2019

Abstract: Inseguendo i propri sogni di bambino, Walter Bonatti è diventato un personaggio leggendario, il simbolo stesso dell'avventura. Perché nelle sue sfide si è spinto sempre un po' più in là, ed è andato tanto avanti da riuscire ancora oggi a dirci qualcosa di nuovo. Erano i sogni a guidarlo, e lui ha passato la vita a realizzarli.Non solo i suoi: quelli di tutti. Scalare montagne, calarsi nei vulcani, costruire una zattera, spiare le tigri da una capanna sugli alberi, rincorrere lucertoloni preistorici, viaggiare in canoa sulle tracce dei cercatori d'oro, tirare frecce con gli indigeni, cercare rocce magiche in Amazzonia, piantare una tenda al Polo Sud o su un'isola deserta, tuffarsi da una cascata, guardare negli occhi orsi e leoni. Chi non ha mai fantasticato una di queste avventure? Ecco: lui le ha vissute tutte, e altre ancora, con meraviglia e coraggio.Coerente e solitario, Walter ha imparato presto a contare su se stesso, ha testardamente coltivato il corpo e la mente, combattendo contro i pericoli ma anche contro bugie e incomprensioni. Ha vissuto l'impossibile e ce lo ha raccontato, insegnandoci ad affrontare la paura e a non perdere la fantasia. Le sue parole, e quelle di chi lo ha conosciuto, rivelano in queste pagine l'incredibile viaggio di un ragazzo che diventa uomo, ma anche i segreti del suo successo e della sua scrittura. Una vita intera raccontata attraverso le storie più avvincenti, le emozioni e le delusioni più intense. E le più belle (e inedite) lettere d'amore.

Il figlio perfetto. L'ossessivo progetto del bambino speciale
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sarti, Paolo - Sparnacci, Giuseppe

Il figlio perfetto. L'ossessivo progetto del bambino speciale

Mandragora, 15/03/2019

Abstract: Si è spostata notevolmente l'età in cui una coppia decide di far nascere il primo (e spesso unico) figlio. Ed è un figlio che nasce non per garantire ai genitori una memoria nell'inesorabile scorrere del tempo quanto piuttosto per fermarlo. Deve essere quindi un figlio perfetto, speciale, che rappresenti e renda unici e speciali anche i genitori. Paolo Sarti e Giuseppe Sparnacci, con competenza e sagacia, mettono alla berlina le invadenti manie del genitore "moderno" e i maldestri tentativi di plasmare e costruire un improbabile successo futuro del figlio fin dalla più tenera età. Sforzi regolarmente destinati al fallimento o all'infelicità del piccolo. In una carrellata bizzarra e tragicomica troviamo genitori che si affidano a test obsoleti per calcolare il grado di intelligenza del figlio senza capire la natura multiforme e relazionale dell'intelligenza stessa; genitori che pretendono di creare un rapporto con il figlio fin dalla fase gestazionale in una dimensione inconcepibile per un feto; genitori che considerano la nascita un evento traumatico e pianificano il parto con la speranza di "proteggere" il figlio. Fino alla supponenza di chi sovraccarica di aspettative il proprio figlio fin nella scelta di un nome che distingua dal "gruppo", di giochi pedagogicamente studiati per accrescere le sue capacità intellettive (laddove il gioco serve al bambino soprattutto per consolidare la sua relazione con il mondo e con se stesso), di insegnanti "adatti" (fino al fenomeno quanto meno discutibile dell'homeschooling). In una spirale che porta a considerare speciali e "tosti" figli in realtà educati non correttamente, la cui indomabilità non è altro che il frutto del mancato confronto con le frustrazioni, i limiti e le difficoltà (in poche parole, la vita), da cui i genitori li hanno voluti tenere separati.

La corsa perfetta. I miei segreti per correre al top
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Calcaterra, Giorgio - Ottavi, Daniele

La corsa perfetta. I miei segreti per correre al top

Sperling & Kupfer, 19/03/2019

Abstract: IL LIBRO CHE RACCOGLIE I SEGRETI DI UNO STRAORDINARIO CAMPIONE: • come e quando iniziare • dettagliate tabelle di allenamento • come preparare 10 km, mezza maratona, maratona, 100 km e ultra • programmi alimentari di nutrizione sportiva • suggerimenti per chi inizia e per chi vuole perfezionarsi "Se ho deciso di scrivere questo libro è perché spero che ognuno di voi possa provare le soddisfazioni che solo la corsa può dare." "Se ho deciso di scrivere questo libro è perché spero che ognuno di voi possa provare le soddisfazioni che solo la corsa può dare." Indossate le scarpe, uscite e divertitevi. Questo è il primo consiglio che Giorgio Calcaterra, maratoneta e ultramaratoneta, pluricampione del mondo, regala ai tanti appassionati che da anni seguono le sue imprese. Perché racchiude la sua filosofia: runner autodidatta da quando aveva 10 anni, ha sempre corso per piacere, rifiutando schemi e dogmi di allenamento che lo avrebbero ingabbiato e privato del suo innato bisogno di libertà. Anziché seguire rigide direttive, ha preferito testare le tecniche su di sé per capire quale approccio potesse aiutarlo a raggiungere i risultati migliori. Ai tanti che gli chiedono come fare, risponde con questo libro, scritto con l'aiuto dell'amico e runner appassionato Daniele Ottavi, nel quale ha raccolto gli insegnamenti della sua lunga carriera. Suggerisce in modo pratico come iniziare e scegliere il materiale tecnico, indica come prepararsi per le diverse distanze (10 km, mezza maratona, maratona, 100 km e ultra), propone programmi di allenamento differenziati in base agli obiettivi (dal principiante al podista alla ricerca del personale). Il nutrizionista sportivo Francesco Fagnani li integra con consigli su idratazione e alimentazione, calibrati anche per le esigenze di vegetariani e vegani. Senza diktat, perché come ripete "Re Giorgio", il segreto per correre al top è non stancarsi mai di essere felici: "Lo faccio perché mi voglio bene, e quel semplice gesto mi regala un senso di libertà e di benessere ineguagliabili".GIORGIO CALCATERRA (Roma, 1972) è un maratoneta e ultramaratoneta, 3 volte campione del mondo della 100 km su strada (2008, 2011, 2012). In 36 anni di carriera ha stabilito numerosi record e portato a termine imprese straordinarie, fra le quali le 12 vittorie consecutive alla 100 Km del Passatore (Firenze-Faenza) e le 16 maratone sotto le 2h 20' corse in un anno solare (2000), un primato mondiale che ancora detiene. Nel 2017 ha ricevuto dal CONI la medaglia d'oro per alti meriti sportivi.DANIELE OTTAVI (Roma, 1971) è uno scrittore e sceneggiatore. Da molti anni si occupa di marketing cinematografico e televisivo e vanta collaborazioni con le maggiori produzioni italiane. Ha partecipato alla realizzazione di serie televisive e film di grande successo. È un maratoneta e ultramaratoneta amatore.Insieme hanno già scritto Correre è la mia vita (LSWR, 2016) e Correre da zero a cento (2018).

La guarigione del cuore. Spiritherapy: l'arte di amare e la conoscenza di sé
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Amirante, Chiara

La guarigione del cuore. Spiritherapy: l'arte di amare e la conoscenza di sé

Piemme, 12/03/2019

Abstract: "Ho scoperto che il male che accomuna un numero sempre crescente di persone è la solitudine. È il paradosso del mondo contemporaneo: la società della comunicazione è diventata una società della non-comunicazione. Persone che si sentono sole pur in mezzo a mille altre e con centinaia di "amici" sui social. La società del benessere è diventata la società del malessere: un mondo in cui si punta al denaro, al piacere, al successo, ma che sprofonda silenziosamente e vertiginosamente nell'inquietudine". Chiara Amirante - che da anni tiene corsi di conoscenza di sé e "spiritoterapia" - ci aiuta a riconoscere le ferite di chi non è stato amato, di chi ha paura di amare, di chi ha fame d'amore. I primi passi sul cammino della guarigione sono anzitutto introspettivi: chi sono io? Come posso individuare i miei punti di forza e lavorare sulle mie fragilità? Come accresco il mio potenziale spirituale per rispondere ai bisogni più profondi della mia anima? I passi successivi sono quelli della consapevolezza: la società di oggi uccide lo spirito e ci spinge nel tunnel dei pensieri negativi. Non dobbiamo permetterlo. Dobbiamo invece trovare un senso alle nostre sofferenze, trasformando ogni prova in un "passaggio" di crescita che ci renda più liberi e capaci di costruire relazioni autentiche. Chiara ci accompagna in un viaggio alla scoperta della nostra interiorità, e di quel Divino che ci abita, sempre pronto a riempire il vuoto della nostra solitudine.

E allora cosa mangio?
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Brusset, Christophe

E allora cosa mangio?

Piemme, 12/03/2019

Abstract: Dal supermercato alle mense aziendali e scolastiche, dai ristoranti ai take away, è veramente arduo sfuggire al cibo industriale e alle sue micidiali insidie. Christophe Brusset, per oltre 25 anni manager dell'industria alimentare, conosce cose inimmaginabili ai comuni mortali, e ha deciso di raccontarle. Da un prezzario dei funghi porcini cinesi in base alla percentuale di vermi contenuti (spoiler: quelli 100% verminosi possono finire in salse e puree), alle astuzie al limite della legalità per ingannare i clienti con slogan farlocchi ed etichette poco chiare, dalle pressioni delle lobby agli strani silenzi delle istituzioni.Eppure, proteggersi è possibile. A patto di sapere veramente ciò che si acquista. Certo, gli industriali del cibo sono spesso abilissimi a nascondere trabocchetti, a far sparire magicamente additivi chimici e pesticidi tra sigle misteriose e diciture rassicuranti. Perciò, è fondamentale avere una guida sicura ed esperta che ci segua durante la spesa e ci aiuti a difenderci: la guida di un insider. È proprio questo lo scopo di E allora cosa mangio?: ricco di dati, di storie ben poco edificanti e di preziosissime informazioni, ci accompagna passo dopo passo lungo le corsie dell'iper e gli scaffali dei negozi. Dal reparto frutta e verdura a quello surgelati, dal banco gastronomia ai prodotti per neonati, ci spiega in modo semplice e coinvolgente come decifrare le etichette e come scoprire gli inganni nascosti, cosa preferire e cosa evitare a tutti i costi. Insomma, come riuscire a mangiare finalmente in modo sano (e con gusto). E senza sacrificare il portafoglio. I GIUDIZI CINQUE STELLE DEI LETTORI: "Interessantissimo, mi ha salvato la vita." "Siete pazzi a non leggerlo!" "Spietatamente illuminante." "La conoscenza come arma di autodifesa." "Indispensabile!!! Andrebbe letto nelle scuole."

Tu non sei la tua ansia
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gillies, Aaron

Tu non sei la tua ansia

Sperling & Kupfer, 05/03/2019

Abstract: All'improvviso ti manca il respiro, tutto intorno a te sembra si stia restringendo e un unico, martellante pensiero fa accelerare i tuoi battiti. Ti è mai capitato? Scatenata da problemi piccoli, grandi o inesistenti, l'ansia può farti sentire impotente e incapace di avere il controllo della tua vita. Lo sa bene Aaron Gillies, che ha a che fare con questo disturbo da sempre e che, grazie alla sua esperienza diretta e a lunghe ricerche, ha capito come conviverci. Nonostante scrivere un libro sia stata per lui un'immensa fonte di agitazione, Aaron è riuscito non solo ad affidare alla penna le sue paure, ma anche a esaminare l'impatto che l'ansia ha sulla vita di tutti i giorni. E ha due buone notizie per te. La prima, è che non sei solo. Perché anche se ti senti isolato nella tua sofferenza, inspiegabile e soffocante, esiste un esercito di persone che, silenziosamente, combatte la tua stessa guerra ogni giorno. La seconda, è che quella voce che tormenta i tuoi pensieri può essere arginata. E Aaron ti insegna come fare. Con un'ironia trascinante, uno stile frizzante e diretto e irresistibili dialoghi con la sua ansia, Aaron rivela i suoi piccoli ma efficaci segreti per combattere l'insonnia, tollerare l'agorafobia, riuscire a prendere un mezzo pubblico senza impazzire, gestire le relazioni e lo stress del lavoro - con terapie, tecniche per affrontare i sintomi, o semplicemente a suon di humor. Una esilarante, commovente e utilissima guida per sopravvivere all'ansia e agli attacchi di panico, ma anche per chi vuole capire e aiutare un ansioso cronico.

Il cacciatore di storie
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Galeano, Eduardo

Il cacciatore di storie

Sperling & Kupfer, 19/03/2019

Abstract: "CAMMINO E DENTRO DI ME ANCHE LE PAROLE CAMMINANO, ALLA RICERCA DI ALTRE PAROLE, PER RACCONTARE LE STORIE CHE VOGLIONO RACCONTARE." Il cacciatore di storie, l'ultimo libro terminato da Eduardo Galeano, si può considerare un vero e proprio testamento artistico, umano e spirituale dello scrittore. Accanto ai temi a lui cari - le origini mitiche delle nostre culture, i soprusi subiti dai nativi americani, le discriminazioni e il razzismo, la libertà, il viaggio, la memoria, le imprese di eroi silenziosi - si trovano infatti qui, per la prima volta dopo i cenni contenuti in Giorni e notti d'amore e di guerra, pagine autobiografiche. Testi che raccontano con humor e tenerezza, nella sua inconfondibile prosa poetica, dell'infanzia, di incontri, di città, di insegnamenti ricevuti, del destino dei suoi libri. E rivelano alcune delle ragioni profonde che l'hanno portato a essere un formidabile "cacciatore di storie", istruito, nei vecchi caffè di Montevideo, da "ammirevoli bugiardi che si riunivano per incontrare il tempo perduto".

Il cielo non è per tutti
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Garlaschelli, Barbara

Il cielo non è per tutti

Frassinelli, 26/02/2019

Abstract: Ai giardini ci sono solo loro due. Si fronteggiano da due panchine distanti. Poi la bambina si alza, e si muove decisa verso il ragazzino. "Ciao. Sono Alida." Le città della pianura padana, in estate, quando l'afa invade le strade deserte, hanno qualcosa di allucinato, immobili come sono sotto il loro cielo ingannevole. Silenziose, con quell'eco lontana di campagna che nessuno più riconosce. Desolate e vuote, salvo i pochi abitanti rimasti per forza: chi non è potuto partire, qualche anziano, le donne straniere che se ne prendono cura e certi ragazzini sperduti nella loro solitudine infantile. Come Giacomo, arrivato ai giardini a bordo della sua inseparabile bicicletta rossa. E come Alida, in compagnia dell'immancabile cellulare. Lui scappa da un funerale, quello del nonno terribile che nessuno amava e che ora tutti compiangono. Lei fugge dalle ossessioni di una madre che vorrebbe controllarle anche il respiro perché non subisca le sue stesse ferite del corpo e dell'anima. Lui è convinto di essere un assassino. Lei di essere la responsabile dell'infelicità materna. E con quella sintonia istintiva e naturale, che solo i bambini sono capaci di provare, decidono di andarsene insieme. La loro scomparsa, e la disperata ricerca che subito inizia, costringerà la famiglia di Giacomo e la madre di Alida a fare i conti con i fantasmi del loro passato, con le loro colpe e i loro errori. Li costringerà a essere adulti.