Includi: almeno uno dei seguenti filtri
× Classe 649%
× Soggetto "Consigli per l'educazione dei figli"
× Soggetto "Cura e allevamento dei bambini"
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2004
× Data 2011
× Nomi LE GOEDEC, Benoît
× Nomi LARGO, Remo
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto PIANTO
× Materiale A stampa

Trovati 3 documenti.

Perchè piange? : capire il pianto del bambino per provvedere al meglio / Nessia Laniado
0 0
Libri Moderni

Laniado, Nessia

Perchè piange? : capire il pianto del bambino per provvedere al meglio / Nessia Laniado

Milano : Red, 2007

Casa Red!

Abstract: Come fa un neonato a dire che ha fame? Piange. Come può avvisare che è ora di cambiargli il pannolino? Piange. Come può chiamare la mamma che è andata in cucina? Piange. Come può ribellarsi al papà che lo bacia con troppo impeto? Piange. Il pianto è l'unico modo che il bebè ha per comunicare bisogni, desideri, insofferenze. Il libro insegna a distinguere i vari tipi di pianto e offre gli spunti per intervenire in modo efficace e consolatorio.

Lacrime e capricci : cosa fare quando neonati e bambini piangono / Aletha J. Solter ; traduzione di Antonella Delfini
0 0
Libri Moderni

Solter, ALetha J.

Lacrime e capricci : cosa fare quando neonati e bambini piangono / Aletha J. Solter ; traduzione di Antonella Delfini

Molfetta : La meridiana, 2007

Partenze... per educare alla pace

Abstract: Come reagire quando i figli piangono? Bisogna confortarli, ignorarli, distrarli, punirli, o semplicemente cedergli? Questo testo suggerisce un'inedita interpretazione dei bisogni e delle emozioni del bambino, dalla quale deriva un approccio completamente inedito al pianto e alla rabbia. Il pianto di neonati e bambini non va ignorato ma seguito con attenzione amorevole. Eppure, non sempre il pianto sta ad indicare un bisogno o una necessità immediati. Molte volte è un meccanismo naturale di liberazione dalla tensione, che consente ai bambini di superare esperienze di spavento o frustrazione. Questo libro sorprende il lettore. Rimarrà stupito da quanto sostiene la dottoressa Solter, ossia che è più opportuno lasciare che i neonati piangano (mentre li si tiene in braccio) piuttosto che tentare di fermarli in qualche modo. [...] Questo testo renderà di certo più fiduciosi i lettori in qualità di genitori o educatori, dato che fornisce loro delle abilità specifiche, in particolare dei metodi, per affrontare in maniera costruttiva le lacrime e i capricci. Tali nuove abilità produrranno risultati che qualsiasi genitore considera preziosi, cioè bambini più sani, sia fisicamente che psicologicamente. (dall'Introduzione di Thomas Gordon).

Quando il bebè piange / Nessia Laniado
0 0
Libri Moderni

Laniado, Nessia

Quando il bebè piange / Nessia Laniado

Milano : Red, 2005

Piccoli e grandi manuali ; 59

Abstract: Il pianto è l'unico modo che il bebè ha per comunicare bisogni, desideri, insofferenze. Il pianto è la prima 'parola' che ci rivolge il bambino, il primo dialogo che stabilisce con noi. Ecco perché è così importante capirlo e interpretarlo: dal nostro modo di 'rispondere' al suo pianto il piccolo impara a stabilire legami, a conoscere il mondo, a costruire le sue sicurezze. Il libro insegna a distinguere i vari tipi di pianto (di fame, di disagio fisico, di paura, di bisogno di vicinanza, di dolore, di sonno, di ansia di abbandono, di gelosia, di stanchezza, di tensione, di rabbia...) e offre gli spunti per intervenire in modo efficace e consolatorio.