Includi: tutti i seguenti filtri
× Livello Monografie
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi CROTTI, Evi

Trovati 459216 documenti.

Racconti contagiosi
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ginzberg, Siegmund

Racconti contagiosi

Feltrinelli Editore, 26/11/2020

Abstract: Uscita dal lockdown, la signora Dalloway di Virginia Woolf è presa da una voglia insopprimibile di shopping. I frati che dovevano avvertire il Romeo di Shakespeare che la morte di Giulietta è finta sono trattenuti per quarantena in casa di appestati. Il cardinale Borromeo di Manzoni aveva inventato la messa cantata dai balconi. La fantascienza aveva anticipato virus che si comportano anche più perfidamente del corona. Pesti, epidemie, contagi ce li raccontiamo da sempre. Probabilmente da millenni prima che si cominciasse a scriverne. I racconti si somigliano. E soprattutto somigliano in modo impressionante alle cronache dei nostri giorni. Ci sono molte sorprese nelle strade dell'immaginario che Siegmund Ginzberg ripercorre con un occhio all'attualità. Talvolta la fantasia l'azzecca più della scienza. I cronisti antichi più dei contemporanei. Boccaccio copia Tucidide, Lucrezio e Ovidio, London aveva copiato l'idea della "Morte scarlatta" da Poe e del superstite narratore da Mary Shelley. Camus usa la Peste inventata per parlare dell'invasione nazista. Il male non viene chiamato allo stesso modo. Non sappiamo nemmeno se si tratti delle stesse malattie, se il loimós di Atene di Tucidide fosse peste, o tifo, o intossicazione da cereali contaminati, se la peste di metà 1300 di Boccaccio fosse la stessa peste bubbonica di metà 1600 dei Promessi sposi. A un secolo di distanza sappiamo poco della Spagnola. E non abbastanza del Covid. C'è qualcosa di profondamente umano che accomuna tutte le narrazioni: la paura, l'orrore, la ricerca del colpevole, le fake news e i rimedi bislacchi, ma talvolta efficaci. Per un paio di secoli dopo il Decamerone i testi medici indicavano il raccontarsi storie e lo stare allegri come profilassi specifica e contro il contagio.

Fiori per i Bastardi di Pizzofalcone
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

De Giovanni, Maurizio

Fiori per i Bastardi di Pizzofalcone

Einaudi, 01/12/2020

Abstract: Savio Niola, proprietario di uno storico chiosco di fiori, è stato ammazzato. Un delitto che sconvolge Pizzofalcone, perché l'anziano era amato da tutti nel quartiere. Lo consideravano una specie di "nonno civico", che non avendo una famiglia propria si prodigava per quelle degli altri. Aiutava i giovani spingendoli a studiare, cercando di tenerli lontani da strade senza ritorno; chiunque si rivolgesse a lui poteva contare su una parola gentile, su un po' di attenzione, se necessario su un sostegno materiale. Eppure è stato letteralmente massacrato. Chi può avere tanto odio, tanta rabbia in corpo da compiere un gesto simile? Poco tempo prima l'uomo si era esposto contro il racket che taglieggia i commercianti della zona, ma la pista della criminalità organizzata non convince i Bastardi, ancora una volta alle prese con un caso difficile da cui, forse, dipendono le sorti del commissariato. Un commissariato che, per loro, è ormai molto piú di un luogo di lavoro. Come per Savio era il suo chiosco.I BASTARDI DI PIZZOFALCONE Luigi Palma, detto Gigi: vicequestore.Fior di Campanula.Giorgio Pisanelli, detto il Presidente: sostituto commissario.Fior di Bouvardia.Elsa Martini, detta la Rossa: vicecommissaria.Fior di Lavanda.Giuseppe Lojacono, detto il Cinese: ispettore.Fior di Loto.Francesco Romano, detto Hulk: assistente capo.Fior di Echinacea.Ottavia Calabrese, detta Mammina: vicesovrintendente.Fior di Potentilla.Alessandra Di Nardo, detta Alex: agente assistente.Fior di Aconito.Marco Aragona, vorrebbe essere detto Serpico: agente scelto.Fior di Geranio.

L'isola
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gambino, Michele - Fava, Claudio

L'isola

Fandango Libri, 26/11/2020

Abstract: Sono gli inizi di ottobre, il giornalista Luca Banti è in arrivo a Lampedusa per seguire una pista: è convinto che la strage di 366 migranti avvenuta un anno prima davanti all'isola sia da imputare a un errore del comandante della Guardia costiera, il tenente Camarda. In quelle stesse ore, sulle coste della Libia, centinaia di uomini vestiti di nero e armati come un esercito si stanno imbarcando su dei pescherecci diretti verso Lampedusa. Sono i Leoni del Jihad, un gruppo terroristico pronto a invadere l'isola nel nome di Allah. A guidarli è l'Emiro Yussuf al-Mutlak: in una manciata di ore i suoi uomini sgominano le difese dell'isola, impongono la shari'a, dividono gli uomini dalle donne, compiono esecuzioni di massa riprese e subito caricate in rete. Sotto gli occhi atterriti dell'Occidente l'isola diventa il primo territorio europeo sottomesso al fondamentalismo islamico. Appena le immagini di quello che sta succedendo a Lampedusa rimbalzano in rete, il governo italiano si prepara allo sbarco spalleggiato dai governi del g8, ma non tutto andrà come previsto. In un susseguirsi di crudi eventi mozzafiato Claudio Fava e Michele Gambino mettono in scena una galleria di personaggi indimenticabili, e raccontano la guerra santa che potrebbe scatenarsi sulle nostre coste, la fragilità della politica, la rassegnazione e il coraggio di chi si trova su quell'isola. E vuole disperatamente salvarsi la vita.

Non è colpa della cicogna
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Clementi, Pietro - Chiola, Valerio

Non è colpa della cicogna

Gallucci, 26/11/2020

Abstract: "Papà, lo so che non è colpa della cicogna. Mi vuoi dire finalmente come nascono davvero i bambini?"Con grazia e fantasia, Pietro fa rivivere alla figlia Alice la storia d'amore che ha portato alla sua nascita. Nel ricordo di un'estate di qualche anno prima, mamma e papà entrano in scena accompagnati dagli ovuli e dagli spermatozoi come in una rappresentazione. Per raccontare, tra risate e commozione, la più bella favola del mondo.

Libri, istruzioni per l'uso. L'arte di scegliere, organizzare e disordinare le librerie di casa
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mari, Alessandro - Azzari, Ginevra - Piran, Matilde - Azzari, Ginevra - Piran, Matilde

Libri, istruzioni per l'uso. L'arte di scegliere, organizzare e disordinare le librerie di casa

UTET, 01/12/2020

Abstract: Mettere ordine tra i libri, come sanno tutti i lettori, è un po' come mettere ordine nella vita: ognuno lo fa a modo suo e nessuno ci riesce mai veramente. Le variabili sono innumerevoli: l'argomento, l'affetto che ci lega ai diversi volumi, la loro altezza, larghezza e peso, ma anche le dimensioni del mobile libreria, la disposizione delle pareti e delle stanze di casa (i libri di cucina in cucina? I libri più letti sul comodino accanto al letto?). In più, si trasloca, si rompono convivenze (e si separano anche le librerie), si cambiano gusti. Il fatto è che i libri sono una tecnologia complessa: hanno una lunga storia, moltissimi usi, tradizioni estetiche disparate. Riuscire a tenere comodamente in mano un volume e decidere dove metterlo può sembrare un atto scontato, ma porta con sé il peso di secoli di addomesticamento del sapere: dalle tavolette alla pergamena al libro a stampa, dal tablinum degli antichi romani agli scriptoria medioevali alle boiseries vittoriane, dai monasteri ai palazzi nobiliari ai monolocali in periferia, i volumi hanno sempre richiesto un loro posto, un ordine, un metodo. Alessandro Mari, insieme a Ginevra Azzari e Matilde Piran, ci offre questo brioso manuale, dove la storia si mescola con la falegnameria, la filosofia con l'architettura di interni e il marketing editoriale con la vita quotidiana. Come dispongono i loro libri gli scrittori? Quanti libri contiene una libreria Billy di Ikea? È giusto disporre i volumi sullo scaffale per colore del dorso? O bisogna attenersi a un rigido ordine alfabetico (o cronologico)? Ci sono davvero risposte definitive a queste – e mille altre – domande?

Churchill. La biografia
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Roberts, Andrew - Dalla Fontana, Luisa Agnese

Churchill. La biografia

UTET, 01/12/2020

Abstract: Si racconta che nel 1899 un giovane Winston Churchill, corrispondente del "Morning Post" durante la seconda guerra boera, abbia incoraggiato un uomo appena ferito di striscio al grido di: "Nervi saldi, ragazzo! Nessuno viene colpito due volte lo stesso giorno". È solo uno degli infiniti aneddoti sul suo conto, ma mette in luce lo strano mix di ironia e cinismo, decisione e combattività che lo portò a essere uno degli uomini più importanti del Novecento. Sono talmente celebri le sue battute, la sua risolutezza, il suo acume, da far venire il dubbio che in qualche modo Churchill abbia sfruttato le sue doti narrative per costruire in vita un monumento a se stesso: è pur sempre l'unico statista ad aver vinto un premio Nobel per la letteratura. Ma è stato davvero l'uomo del destino, che l'Occidente liberale ha contrapposto ai più bui totalitarismi? Reduce dal monumentale e acclamato Napoleone il Grande, lo storico Andrew Roberts accetta questa nuova sfida e attinge a una sterminata documentazione (fra cui i diari privati di re Giorgio vi, usati per la prima volta) per redigere anche di Churchill la biografia definitiva. Ne rievoca l'infanzia all'interno dell'aristocrazia inglese, fino all'apprendistato militare in India, segue poi i primi incarichi politici e i compiti assegnatigli durante la prima guerra mondiale. Qui Churchill impara a risollevarsi dalle sconfitte, facendo tesoro dei suoi stessi errori: come stratega militare fallisce la campagna di Gallipoli, così che all'indomani del conflitto mondiale si trova progressivamente estraniato dal cuore della politica inglese. Eppure, con l'acume e la verve del polemista, è fra i primi a scorgere il pericolo dei totalitarismi. Così, quando il Regno Unito chiama, è pronto al rispondere: torna alla ribalta durante la seconda guerra mondiale, dimostrando di saper trattare alla pari con Unione Sovietica e Stati Uniti, e nell'ora più buia diviene la voce della nazione, l'uomo risoluto ma fiducioso nel futuro della democrazia attorno a cui si stringe un intero popolo e forse l'intero continente. Lontano dall'agiografia ma non immune al fascino del personaggio, Churchill, la biografia restituisce tutte le luci dell'intelligenza e le ombre del carattere (tra sospetti di alcolismo, cronica umoralità e crolli depressivi) di un uomo che non fu un predestinato, ma un fabbro del proprio, e del nostro, destino."È indiscutibilmente la miglior biografia di Winston Churchill, scritta con sapienza narrativa, ricca di ambizione e non priva di tenerezza." - Wall Street Journal"Si tratta della più grande biografia su Churchill mai scritta, che Roberts racconta con grande autorevolezza e non poco brio." - The New York Times"Un libro che illumina il mito senza scadere nell'agiografia." - The Guardian"Una biografia che è già un classico, la sintesi magistrale di una vasta documentazione." - Le Monde"Andrew Roberts racconta con maestria il temperamento, le convinzioni, il destino del più grande uomo di stato britannico del xx secolo." - Le Figaro

La cena degli dei
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bartoletti, Marino - Cattelan, Alessandro

La cena degli dei

Gallucci, 03/12/2020

Abstract: Il Grande Vecchio era sicuro che in quel Luogo avrebbe trovato amici straordinari. La sua vita, un po' riservata, gli aveva comunque consentito di frequentare uomini potenti, dive bellissime, campioni ineguagliabili, artisti formidabili: molti li avrebbe rivisti volentieri, qualcuno che – per anagrafe – aveva solo incrociato lo avrebbe voluto conoscere un po' meglio. Così stilò un piccolo elenco e pregò Francangelo, il suo assistente, di cercarli. Quando vide arrivare quel celebre tenore con l'enorme foulard al collo, quel grandissimo pilota con lo sguardo malinconico, quel ragazzo timido con la bandana in testa, quella principessa col sorriso un po' triste e altri ospiti strabilianti capì di aver avuto un'idea bellissima. La cena fu un successo. Tutti andarono via felici. Con un cavallino fra le mani. Con la prefazione di Alessandro Cattelan "Sembrava che gli ospiti, anche quelli che si erano incontrati da pochi minuti, si conoscessero da sempre. Sic accanto a Marco e ad Ayrton pareva un bimbo affamato di favole. […] E Tazio che chiedeva a Lucio se veramente avesse cantato un intero disco chiamato Automobili; e Luciano che ripercorreva con Lady D le serate passate insieme nel nome della solidarietà; e il commendatore che faceva il galante con la divina Maria, chiedendole della sua Norma e della sua Violetta…"

Instant tedesco. Girls4teaching. Nuova ediz.
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Catalano, Christian - Stucchi, Alessandra

Instant tedesco. Girls4teaching. Nuova ediz.

Edizioni Gribaudo, 30/11/2020

Abstract: La nuova edizione di un manuale che, nel consueto "stile Instant", insegna la lingua in modo divertente e ricco, offrendo la soluzione ideale per chiunque voglia apprendere il tedesco. La lingua è spiegata in modo semplice, diretto e moderno, e permette di iniziare a parlare fin da subito. "Simpatico" non vuol dire, però, meno rigoroso. Il libro contiene tanta grammatica: pronomi, verbi, coniugazioni, articoli, congiunzioni, preposizioni, numeri, sostantivi, aggettivi e lessico, con tutte le regole e le eccezioni. Un focus particolare è dedicato alle cose più importanti da ricordare, con inoltre trucchi e suggerimenti, approfondimenti e curiosità sulla Germania, la sua cultura e la sua gente. Alla fine di ogni lezione il lettore troverà un glossario con sostantivi, verbi, aggettivi e frasi utili. Questa edizione aggiornata contiene ancora più esercizi e testi da tradurre, giochi, parole crociate ed enigmi da risolvere.

Instant greco antico. Il corso facile e veloce per riscoprire una lingua più viva che mai
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Meneghel, Roberta

Instant greco antico. Il corso facile e veloce per riscoprire una lingua più viva che mai

Edizioni Gribaudo, 30/11/2020

Abstract: Dopo il successo di Instant latino arriva un altro titolo focalizzato sullo studio delle lingue classiche. Instant greco, come il suo predecessore, è un titolo che risponde all'esigenza di migliaia di studenti, appassionati e semplici curiosi, desiderosi di apprendere una lingua utilizzando uno strumento dai contenuti rigorosi, ma dal taglio non accademico. Fedele alla "filosofia" degli "Instant", anche questo testo dimostra che è possibile apprendere le lingue, antiche o moderne, in modo serio, ma non serioso. Fonetica, morfologia, sintassi e molto altro… dopo la lettura di questo testo, il greco antico non avrà più segreti!

Il fattore umano
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Greene, Graham - Scarpa, Domenico - Deaglio, Enrico - Bottini, Adriana

Il fattore umano

Sellerio Editore, 25/06/2020

Abstract: Maurice Castle è da oltre trent'anni un funzionario dei servizi segreti inglesi, la quintessenza dell'abitudine, puntuale, pignolo, preciso. Trascorre una vita apparentemente normale, condivide l'ufficio con un eccentrico collega, Arthur Davis. Ma un giorno Castle torna a casa e si accorgerà da un dettaglio irrilevante che qualcuno ha frugato nel suo appartamento e sta indagando su di lui.Uno dei grandi classici di Graham Greene, forse il più celebrato tra le sue storie di spie e tradimenti.

Le più belle storie dell'antico Egitto
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mattia, Luisa

Le più belle storie dell'antico Egitto

Edizioni Gribaudo, 30/11/2020

Abstract: Dopo Le più belle storie dei miti greci e Le più belle storie dell'antica Roma, l'edizione economica delle storie più celebri dell'antico Egitto, raccontate come fiabe e magnificamente illustrate. Una ricca raccolta delle storie più celebri sulla civiltà egizia, tra templi colossali, potenti faraoni, divinità mitologiche, sfingi e piramidi misteriose, appassionanti vicende di personaggi veri e leggendari che da sempre affascinano grandi e piccini.

Riccardino
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Camilleri, Andrea

Riccardino

Sellerio Editore, 16/07/2020

Abstract: L'ultima indagine del commissario Montalbano."A ottant'anni volevo prevedere l'uscita di scena di Montalbano, mi è venuta l'idea e non me la sono fatta scappare. Quindi mi sono trovato a scrivere questo romanzo che rappresenta il capitolo finale; l'ultimo libro della serie. E l'ho mandato al mio editore dicendo di tenerlo in un cassetto e di pubblicarlo solo quando non ci sarò più".A. C.

Riccardino. Seguito dalla prima stesura del 2005
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Camilleri, Andrea - Nigro, Salvatore Silvano

Riccardino. Seguito dalla prima stesura del 2005

Sellerio Editore, 16/07/2020

Abstract: L'ultima indagine del commissario Montalbano in una edizione speciale in cui vengono presentate due versioni del romanzo, quella definitiva del 2016 e la prima scritta dall'autore nel 2005 e rimasta nel cassetto della casa editrice fino ad ora. Il lettore potrà così seguire i mutamenti di quella lingua individuale, unica, inventata da Andrea Camilleri e la sua evoluzione nel corso del tempo. Una sperimentazione alla quale lo scrittore teneva moltissimo e che viene resa così evidente dal confronto tra le due versioni.

Una lenta nave per la Cina. Murakami RMX
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Furukawa, Hideo - Coci, Gianluca

Una lenta nave per la Cina. Murakami RMX

Sellerio Editore, 01/10/2020

Abstract: Un breve romanzo visionario, enigmatico e sorprendente, un omaggio a un celebre racconto di Murakami Haruki dallo stesso titolo, punto di partenza per una storia romantica, avventurosa, folle e fuor di sesto, come è nello stile di uno dei maggiori scrittori giapponesi contemporanei.

Le vittoriose. Storie di donne tenaci
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Eliana Di Caro

Le vittoriose. Storie di donne tenaci

IlSole24Ore, 16/04/2020

Abstract: Da Yasmina Reza, autrice del libro da cui Roman Polanski ha tratto Carnage, a Nemat Shafik, direttrice della London School of Economics, da Luciana Lamorgese, ministra dell'Interno, a Leymah Gbowee, premio Nobel per la pace, fino a Maria Anna Potocka, direttrice del museo di Arte contemporanea a Cracovia: sono tra i venti ritratti femminili, autorevoli e internazionali, di questa composita galleria. Voci che Eliana Di Caro ha individuato e ascoltato valorizzandole sulla Domenica del Sole 24 Ore: anche grazie a loro, forse, in un prossimo futuro non si parlerà più di gender.

La nostra folle, furiosa città
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gunaratne, Guy

La nostra folle, furiosa città

Fazi Editore, 11/06/2020

Abstract: Per Selvon, Ardan e Yusuf, figli di immigrati, cresciuti nella periferia disagiata di Londra, estate significa quello che significa per tutti i loro coetanei: calcio, musica, ragazze. E amicizia, naturalmente; quell'amicizia totale come può esserlo solo un legame fra adolescenti, quasi una fratellanza, l'unico punto fermo in un mondo complicato dal quale non sembra esserci possibilità di fuga. Quando un soldato bianco viene ucciso da un ragazzo di colore, la violenza sotterranea che da sempre abita la città e la ferocia che ne avvelena l'aria esplodono: nessuno è più al sicuro. Nonostante i ragazzi cerchino di restarne fuori, il mondo esterno finisce per travolgere anche loro, ricordandogli in modo brutale la loro drammatica condizione di stranieri nella nazione in cui sono nati: tanto diversi dai terroristi e dai fanatici religiosi, quanto estranei rispetto al popolo inglese purista e nazionalista. Mentre attorno a loro la furia si scatena, Yusuf viene risucchiato in un altro vortice ancora più pericoloso: l'ondata di radicalismo che sta dilagando nella sua moschea e minaccia di trascinare con sé il problematico fratello Irfan. Un romanzo d'esordio esplosivo, che ha portato l'autore fra i finalisti del Man Booker Prize dipingendo in modo vivido la violenza di una periferia degradata di oggi e la forza salvifica dell'amicizia adolescenziale."Splendido. Voci originali, sincere e un vivido ritratto di una Londra che raramente si vede in letteratura".Paula Hawkins, autrice de La ragazza del treno."Un libro così adatto a questo momento che non ti rendi neanche conto di averlo aspettato per tutta la vita".Marlon James, vincitore Man Booker Prize con Breve storia di sette omicidi"Un romanzo che non si tira indietro e pretende un cambiamento immediato".Ali Smith

Il prezzo della democrazia. Soldi, potere e rappresentanza
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cagé, Julia

Il prezzo della democrazia. Soldi, potere e rappresentanza

Baldini+Castoldi, 11/06/2020

Abstract: Una persona, un voto: la democrazia si basa su una promessa di uguaglianza che troppo spesso si infrange sul muro del denaro. Finanziamento delle campagne elettorali, donazioni ai partiti politici, controllo dei media: da decenni la vita democratica è prigioniera degli interessi privati. Se negli Stati Uniti, dove qualunque regolamentazione della democrazia è stata ideologicamente annientata e i politici rispondono ormai soltanto alle preferenze dei più ricchi, in molti Paesi europei è in vigore un sistema di sgravi fiscali per cui i più ricchi si vedono rimborsata la maggior parte delle donazioni ai partiti, mentre i più poveri le pagano in pieno. Queste derive non sono la conseguenza di un complotto abilmente orchestrato ma della nostra mancanza di coinvolgimento collettivo. La questione del finanziamento della democrazia non è davvero mai stata posta e quella della rappresentanza delle classi popolari deve essere affrontata in modo più radicale di quanto non sia stato fatto sinora. Per uscire da questa impasse, Julia Cagé ha elaborato delle proposte che rivoluzioneranno il modo di intendere la politica, riforme capaci di dare vita a una nuova democrazia. Attraverso uno studio senza precedenti dei finanziamenti pubblici e privati ai partiti in una decina di Paesi e lungo un arco di tempo di oltre cinquant'anni, questo saggio dirompente mostra l'altro volto della democrazia e racconta la storia troppo spesso ignorata dei rapporti tra denaro, potere e politica. E in una prefazione scritta appositamente per l'edizione italiana, l'autrice entra nel vivo delle questioni aperte dalla nuova emergenza sanitaria mondiale senza però mai perdere di vista la possibilità che abbiamo di migliorare le cose, se ci impegniamo a volerlo.

Nello studio del dottor Jekyll. Le grandi storie horror
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Zimmermann, Naïma Murail - Hüe, Caroline - Caillat, Emanuelle

Nello studio del dottor Jekyll. Le grandi storie horror

Gallucci, 06/08/2020

Abstract: Un viaggio nel cuore delle più grandi storie horror di tutti i tempi. Appena aperte le pagine del libro Le grandi storie horror, Adam e Lilli si ritrovano faccia a faccia con Mister Hyde, il terribile mostro. Unica possibilità di scamparla: fargli bere al più presto la pozione che lo ritrasformerà nel dottor Jekyll. Ma, nascosto nell'ombra, il Malautore ha tutte le intenzioni di impedirlo…

I Medici. Nel nome della famiglia
0 0
Videoregistrazioni: DVD

I Medici. Nel nome della famiglia / [con] Daniel Sharman ... [et al.] ; [regia di Christian Duguay]

[Roma] : Rai Cinema, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Firenze, 1429. Giovanni de' Medici, grazie all'accordo stipulato con il Papato vent'anni prima, ha trasformato la sua banca di famiglia in una potenza economica senza eguali. Quando Giovanni viene misteriosamente assassinato, i suoi figli, Cosimo e Lorenzo, sono costretti ad affrontare numerosi nemici che complottano contro il potere dei Medici.

Flatlandia
0 0
Libri Moderni

Abbott, Edwin A.

Flatlandia : un'avventura di molte dimensioni / Edwin A. Abbott ; introduzione di Michele Emmer ; traduzione di Caterina D'Amico

Nuova ed.

Torino : Bollati Boringhieri, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Tra le grandi allegorie letterarie, \"Flatlandia\" è sicuramente quella che rimane oggetto di maggior culto tra scienziati, cyberpunk e appassionati di letteratura fantastica. Il mondo piatto immaginato e descritto minuziosamente nei suoi usi e costumi da Edwin Abbott può essere abitato soltanto da figure geometriche che frequentano una scala sociale che discende dai poligoni fino ai triangoli (e più in là fino alle povere semplici linee rette - le donne - a cui non è data neppure la bidimensionalità), tutte quante inconsapevoli della possibile esistenza di dimensioni altre. Abbott delinea in queste pagine una satira assai poco velata della società vittoriana rigidamente divisa in classi. Ma il fascino di \"Flatlandia\" va ben oltre il contingente del pamphlet politico. Nella seconda parte del libro Abbott narra difatti l'incontro del suo protagonista, il Quadrato, io narrante dell'opera, prima con il mondo monodimensionale di Linealandia, e in seguito con un'inconcepibile Sfera, alla ricerca di un apostolo che possa divulgare il concetto della tridimensionalità nel paese di Flatlandia, trascinando così il Quadrato in un viaggio iniziatico in altre dimensioni