Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2004
× Nomi OLIVERIO FERRARIS, Anna
× Materiale A stampa
Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Oliverio Ferraris, Anna

Trovati 5 documenti.

L'umanità in gioco
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Aime, Marco - Bromberger, Christian - Favole, Adriano - Nocentini, Alberto - Oliverio Ferraris, Anna - Piperno, Alessandro - Rovatti, Pier Aldo - Zoletto, Davide

L'umanità in gioco

UTET, 24/01/2017

Abstract: "La civiltà umana", spiega Johan Huizinga nel celebre Homo ludens, "sorge e si sviluppa nel gioco." Ogni giorno partecipiamo a un gioco: quando ci muoviamo in società, quando facciamo sport, quando leggiamo un libro; momenti ludici in cui cambiamo identità, recitiamo una parte o riproduciamo situazioni simboliche. Un'attività complessa ma naturale che permea, spesso in modo inconsapevole, le nostre vite. In questo volume otto studiosi ci mostrano come il gioco sia un momento di crescita, capace di strutturare relazioni, creare luoghi di incontro e di sperimentazione educativa, definire legami sociali, affettività e appartenenze. Dai giochi dell'infanzia studiati da Anna Oliverio Ferraris alle partite di calcio di Christian Bromberger, il gioco infatti non ha solo valenza ludica, ma sa creare comunità, come per esempio nelle kondey, le compagnie africane studiate da Marco Aime; costruire legami, facilitando l'accoglienza e l'integrazione dell'Altro, come rivela Davide Zoletto; oppure far convergere e attraversare le culture, come dimostrano gli studi di Adriano Favole in Oceania.Il gioco può dar vita a opere meravigliose: dalla fantasiosa creatività alle origini del linguaggio esplorata da Alberto Nocentini ai "giochi vertiginosi" di Vladimir Nabokov a cui ci introduce Alessandro Piperno. Completano il quadro, a render conto di questa sfaccettata molteplicità, le "istruzioni per l'uso" di Pier Aldo Rovatti. Otto saggi, otto diversi sguardi su regole ed eccezioni, caso e logica, abilità e azzardo, fortuna e strategia: perché nel gioco è possibile scorgere, come in un microscopio, figure e promesse di ogni possibile umanità.Interventi nel libro:MARCO AIMEGiocare con la parentela, giocare con l'età. Relazioni scherzose in Africa CHRISTIAN BROMBERGERIl calcio come "gioco profondo" e denso di significati ADRIANO FAVOLEGiochi in viaggio. Tradizioni, globalizzazione, antropologia del giocare nel Sud Pacifico ALBERTO NOCENTINIFra etimologia ed enigmistica: alla ricerca delle basi ludiche della linguistica ANNA OLIVERIO FERRARISGiocare per imparare a vivere ALESSANDRO PIPERNOI giochi vertiginosi di Vladimir Nabokov PIER ALDO ROVATTI"Mettersi in gioco". Qualche istruzione per l'uso DAVIDE ZOLETTOIl gioco dell'ospitalità

Sarò padre
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Oliverio Ferraris, Anna - Sarti, Paolo

Sarò padre

Giunti, 05/10/2017

Abstract: In una realtà sociale in cui esistono famiglie in crisi e allargate, affidatarie e monoparentali, gli uomini vivono in modo sempre più coinvolgente la loro dimensione paterna. Questo libro è pensato per loro. Padri si diventa. Ecco un manuale pratico che affronta in modo completo il tema dell'attesa, della nascita e della crescita di un figlio, rivolgendosi direttamente ai futuri papà. Anna Oliverio Ferraris e Paolo Sarti li guidano alla scoperta del ''mestiere'' di genitore attraverso un itinerario che tocca tutte le tappe fondamentali di questa esperienza unica e affascinante: dal desiderio di avere un figlio alla ''condivisione'' con la madre della gravidanza e del parto, dalla nascita all'inserimento del bebè in famiglia, fino alla partecipazione attiva ai diversi momenti del suo sviluppo fisico e mentale. Un grande ''classico'', aggiornato e rinnovato nei contenuti e nell'apparato iconografico.

Conta su di me
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Oliverio Ferraris, Anna

Conta su di me

Giunti Scuola, 11/09/2015

Abstract: Bambini e ragazzi hanno sempre avuto bisogno di poter contare sugli adulti per orientarsi, ma nel mondo complesso di oggi questa esigenza è forse ancora più necessaria di un tempo. Fin da molto piccoli i bambini contemporanei vengono raggiunti da una grande quantità di stimoli e messaggi, reali e virtuali: alcuni sono utili e benefici, altri sono in contrasto tra loro o non facilmente decifrabili, altri ancora sono rischiosi. Ma la convinzione che gli adulti di riferimento sono una guida valida e attendibile non nasce dal nulla: i bambini e i ragazzi si lasciano prendere per mano e guidare se il rapporto che hanno con questi adulti è basato sull'intesa e sulla reciproca fiducia. La relazione è dunque oggi un concetto chiave nel rapporto educativo ed è alla base di una crescita armoniosa.

Non solo amore
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Oliverio Ferraris, Anna

Non solo amore

Giunti Demetra, 31/07/2010

Abstract: La prima lezione per un genitore è che il genitore perfetto non esiste. Come genitori faremo tutti degli errori, i nostri figli ci faranno perdere la pazienza e ci saranno dei momenti in cui saremo nervosi, confusi e persino esasperati. Ma essere genitori non sarebbe per nulla piacevole se fosse sempre una lotta. In realtà esistono degli accorgimenti, che tutti possono imparare, per rendere questa esperienza più facile e gradevole. Anna Oliverio Ferraris, psicologa dell'età evolutiva, affronta tante diverse questioni che riguardano la vita delle nostre famiglie e dei nostri bambini, indicando di volta in volta metodi e strategie di intervento.

Sarò padre
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Oliverio Ferraris, Anna - Sarti, Paolo

Sarò padre

Giunti, 12/05/2010

Abstract: Un numero sempre maggiore di uomini sente la necessità di ottenere informazioni e consigli che si rivolgano specificatamente ai padri; questo volume affronta molte tematiche che li coinvolgono in prima persona: fecondazione assistita, adozione e affidamento, gravidanza, nascita e prima infanzia, equilibrio nella coppia, cura e educazione del bambino, congedo parentale, gioco e rapporto con figli non propri. Un manuale pratico ma anche un piacevole libro da leggere e sfogliare, per sfatare pregiudizi e riconoscersi in un ruolo che, a un tempo, affascina e spaventa.