La Luna è dei lupi : romanzo / Giuseppe Festa
0 1
Libri Moderni

FESTA, Giuseppe

La Luna è dei lupi : romanzo / Giuseppe Festa

Abstract: Ruscelli dipinti d'argento dalla luna, nastri di profumi colorati tesi sui prati, sagome di cervi come macchie di buio su una tela d'ombra. E un'oscura minaccia oltre il confine. Questo è il mondo di Rio, un lupo dei Monti Sibillini. A lui è affidata la sopravvivenza del suo branco piegato dalla fame e dalla scarsità di nuove nascite, costretto ad affrontare un lungo viaggio nei meandri di una natura da scoprire e difendere, nell'eterno conflitto con un nemico che ora ha le fattezze di un branco antagonista, ora quelle dell'uomo e dei suoi cani. L'entrata in scena di Greta e Lorenzo, due giovani ricercatori, darà il via a una catena di eventi imprevedibili. Tra le meraviglie della natura selvaggia e le insidie del mondo degli uomini, l'emozionante viaggio di un branco alla ricerca della libertà. Una trama che si trasforma in un sorprendente gioco di specchi, dove ogni lettore ha la possibilità di osservare la natura degli animali e la società degli uomini dal punto di vista dei lupi. Una storia che diventa metafora della condizione umana, tra conflitti e amicizia, istinto e ragione, pregiudizi e accettazione del diverso. Chissà se anche gli uomini pregano si chiede a un tratto Lama, una femmina del branco, contemplando la luna. Perché i lupi pregano. Età di lettura: da 10 anni.


Titolo e contributi: La Luna è dei lupi : romanzo / Giuseppe Festa

Pubblicazione: Milano : Salani, 2016

Descrizione fisica: 251 p. ; 21 cm

ISBN: 9788869184888

Data:2016

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Nomi:

Soggetti:

Classi: 853 NARRATIVA ITALIANA (14)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2016
  • Target: ragazzi, età 11-15

Sono presenti 7 copie, di cui 2 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Renate NR FEST 1010-34519 In prestito 11/02/2020
Nova Milanese NR FES LUN N-39269 In prestito
Seregno NR FEST 1030-144058 Su scaffale Disponibile
Giussano NR FEST 1090-59442 Su scaffale Disponibile
Lissone R FES LUN LS1-134758 Su scaffale Disponibile
Lissone R FES LUN LS1-137896 Su scaffale Disponibile
Limbiate AVVENTURA NR FEST LI-77323 In prestito 01/02/2020
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Recensione a cura di Sara Valentino
Ho una predilezione per questo animale: il lupo. Il perché è molto semplice, ammiro il suo saper stare in branco, il rispetto verso i piccoli, le femmine, gli anziani e soprattutto della gerarchia. E’ un animale che ha conservato il suo istinto, è forte e coraggioso, ci è stato sempre dipinto come “il cattivo”. In realtà è un animale che conosce la riconoscenza molto più di come sappiamo manifestarla noi esseri umani.
Giuseppe Festa, in questo romanzo che è una splendida lettura per i nostri ragazzi, ma anche per noi adulti, ci porta tra i boschi dei Monti Sibillini, nel cuore degli Appennini Centrali, in compagnia di un branco di lupi. Rio, un lupo che dopo alcune peripezie, si troverà a dover condurre il suo branco tra pericoli inaspettati: lupi rivali a caccia di territori e umani senza scrupoli.
La narrazione è fluida e ricercata, riesce a condurre il lettore, con il solo uso delle parole tra odori, profumi e il fresco dei boschi.
“Quella notte, gli odori erano carte truccate mischiate da un vento prestigiatore”

“Il cielo infestato di nubi rendeva la notte nera e polverosa”
Grazie alla lettura di questo romanzo, e in compagni del branco di Rio, ho potuto rispolverare i miei vecchi ricordi sulla grotta che, vuole la leggenda, sia stata la dimora della Sibilla, una veggente incantatrice. Attraversiamo insieme ai lupi l’ingresso dell’Antro, crollato da tempo, ma che ci permette un riparo dalle intemperie. Il loro territorio è stato invaso da un branco numericamente più grande, ora non resta che una corsa pericolosa per cercare un nuovo luogo dove crescere i piccoli e cacciare in libertà, ma un lungo nastro nero, percorso da mostri velocissimi con i fari che abbagliano gli occhi, li separa dalla libertà.
Cosa può accadere a un lupo abituato a utilizzare l’istinto, a seguire gli odori e i venti, quando viene catapultato in una città? Per Rio, divenire capo è un onore, ma non sempre esserlo è facile, quasi mai.. le scelte sono difficili, le decisioni da prendere non sempre fanno pace con la coscienza, ma il bene del branco viene prima di ogni cosa, prima dell’onore e prima dell’orgoglio. Un lungo ululato alla luna per chiedere consiglio, a lei che dall’alto li ha sempre protetti sin dalla notte dei tempi.
“Luna, cosa ti abbiamo fatto di male?”
Non tutti gli umani sono uguali, c’è ancora chi ha a cuore la natura. L’amicizia è un valore importante e in questo testo si celebra un sentimento molto forte. A volte semplicemente bisogna essere fiduciosi, anche nel diverso e soprattutto non perdere mai la speranza.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.